05.03.2017, h 11:00
Daniel Zamir Quartet
Daniel Zamir
sassofono soprano
voce
Tomer Bar
pianoforte
Gilad Abro
contrabbasso
Amir Bresler
batteria

Daniel Zamir è un genio che l’Italia non ha ancora scoperto. Questo incendiario sopranista israeliano, che da anni elabora la tradizione ebraica all’insegna della più libera e disinibita improvvisazione, è stato per anni un segreto ben custodito, che solo John Zorn ha saputo svelare, chiedendo a Zamir di realizzare alcune superbe incisioni per la sua casa discografica, la benemerita Tzadik. Un concerto di Zamir è un evento irripetibile, irreplicabile, tanta è l’intensità estatica, una vera e propria trance, in cui egli sa immergersi e sa immergere gli ascoltatori.

Erede delle tradizioni yiddish più mistiche, in cui la danza diventa strumento liberatorio di energie vitali consacrate a Dio, Zamir possiede le chiavi d’accesso a un mondo in cui l’improvvisazione è uno strumento di intensa, quasi selvaggia ascesa spirituale, in cui ritmo e melodia sono al servizio di un atto creativo che replica, in ambito terreno, il respiro del Creatore. Raramente è dato ascoltare musica così poeticamente e teatralmente capace di creare uno spirito comunitario attorno a una capacità narrativa che ha l’epico piglio e il titanico accento dei grandi Profeti biblici, e che pure, al contempo, è capace di comunicare una gioia irrefrenabile e liberatoria.

Accompagnato da superbi musicisti, Zamir si avvale delle capacità non meno virtuosistiche del giovane ma già affermato batterista Amir Bresler (che qualcuno ricorderà proprio al Teatro Manzoni, in una memorabile esibizione del gruppo del contrabbassista Avishai Cohen). 

Info

Biglietto

intero € 15 + prevendita
ridotto €10 + €1 prevendita
giovani fino a 26 anni
Titolari Feltrinelli Carta Più
Soci Touring Club Italiano
Titolari Jazzit Card
A Teatro con Fidaty Card
Convenzione Teatro Franco Parenti.

 

Abbonamento

n. 12 concerti € 138